Chi ama e possiede i gatti, sa perfettamente che per amore di essi spesso deve rinunciare a sedie, poltrone e divani, che diventano il loro luogo preferito su cui farsi le unghie. Si sa, il gatto ama graffiare i tessuti e spesso non sappiamo come fare per evitarlo, anche perché rimproverare un gatto spesso e volentieri risulta inutile; per questo si sono escogitati attrezzi come il tiragraffi, sia per permettere loro di continuare questa passione ed esigenza fisiologica, sia per salvaguardare il nostro arredamento.

Perché i gatti graffiano

Bisogna prima di tutto capire il perché lo fanno. I gatti sono dotati all’interno delle guance e dei polpastrelli, di ghiandole che secernono feromoni, sostanze che noi non percepiamo con l’olfatto, ma che per loro sono un forte segno distintivo. Quando il gatto strofina il muso sulle superfici, o graffia con i polpastrelli i tessuti, in realtà sta marcando il suo territorio sia con il suo odore, sia a livello visivo con i suoi graffi. Questo tuttavia non è l’unico motivo, perché resta il fatto che questi furbi felini amano anche affilarsi le unghie, e per farlo prediligono tutto quello che trovano sul loro passaggio, ovvero i nostri letti, le poltrone e i divani, per non parlare poi delle tende.

Per fortuna troviamo in commercio il tiragraffi, detto anche graffiatoio o grattatoio, ovvero una superficie di materiale ruvido sulla quale il gatto può sfogarsi affilando le sue unghie e lasciando i suoi feromoni. Li troviamo di piccole dimensioni in cartone, fino alle strutture verticali dette ad albero o a colonna in materiali come corda o sisal, o addirittura quelli da parete fissati al muro o quelli in legno naturale. Ma come abituarli ad utilizzarli al posto del nostro arredamento?

Come abituare il gatto al tiragraffi

Il primo consiglio è quello di comprarne uno fin da quando sono piccoli, cosi da abituarli fin da subito ad utilizzarlo, ma se doveste essere arrivati troppo tardi potete comunque farli avvicinare piano piano a questa vera e propria palestra per felini.

Il tiragraffi andrebbe posizionato sempre vicino alla cuccia dove dormono. Infatti solitamente i gatti graffiano e si stiracchiano appena svegli, oppure in zone dove trascorriamo molto tempo in casa come il soggiorno, magari vicino ad una finestra (dove i gatti amano stare) oppure proprio davanti quella parte di divano che solitamente attaccano. Un altro modo, è quello di prenderli delicatamente e portare la loro zampetta a contatto con il materiale, cosi da fargli capire lo scopo e la sensazione; oppure ancora fargli vedere che anche noi facciamo la stessa cosa così da incuriosirli e spingerli a provare. Mai dunque posizionarli in luoghi isolati, perché in quel caso il gatto non gli darà la giusta importanza e continuerà a prediligere i divani del salotto. Inoltre per quanto riguarda la scelta del modello, c’è l’imbarazzo della scelta e molto dipende dallo spazio a disposizione e da quanto volete far sfogare e divertire il vostro gatto. Presso Paradiso Animale, potrete trovare tantissime varietà di tiragraffi, di tutte le dimensioni e in materiali diversi, saremo felici di aiutarvi nella scelta del modello più adatto all’indole del vostro gatto. Potete trovarci in Via Luca Valerio, 44 a Roma dal lunedì al sabato, o contattarci ai numeri 06 55302527 / 3519294589 per richiedere qualunque tipo di informazione.