Gli amanti dei gattisanno che uno dei loro pregi è sicuramente quello di essere autosufficienti e puliti, ma anche se istintivamente hanno questa indole, in una fase iniziale hanno bisogno anche di qualche piccolo aiuto da parte nostra per riuscire a soddisfare le loro esigenze. Nel caso della lettiera, ci sono piccoli accorgimenti che possiamo seguire per farli abituare in modo semplice ed efficace, sia per il loro benessere, che per la pulizia della nostra casa.

Regole base per la lettiera del vostro gatto

Prima di tutto dobbiamo ricordarci che l’istinto del gatto è quello di fare i propri bisogni nella terra smossa, quindi hanno già l’istinto di cercare tra la terra, o sabbia, il luogo migliore per poi ricoprirlo successivamente. In una prima fase vanno comunque abituati a riconoscere quest’ambiente nella nostra casa, che dovrà essere confortevole e rispecchiare alcune caratteristiche. Altro punto, o meglio consiglio, è quello di optare fin da subito per una lettiera di medie dimensioni, o grandi se preferite, perché il gatto necessita di spazio per poter effettuare i propri bisogni, ma è anche estremamente abitudinario, quindi comprarne una piccola, per poi doverla ricambiare appena cresce, vorrebbe dire fare il lavoro due volte. Meglio quindi partire già da dimensioni grandi che potremo sfruttare negli anni. Il primo dubbio si presenta di fronte il modello: aperta o chiusa? Questa scelta dipende dalle vostre esigenze casalinghe e dal vostro gatto. Ad esempio, se quest’ultimo ha la tendenza di tirare sabbia ovunque forse è meglio optare per quella chiusa, o anche se per vostro gusto volete lasciargli privacy e vedere il meno possibile, altrimenti vi consigliamo di partire dalla lettiera classica spaziosa e dai bordi alti fin da piccoli (magari aiutandoli con un rialzo intermedio che li aiuti ad entrare dentro quando sono cuccioli). Il luogo è fondamentale, il gatto è abbastanza pudico, ama il silenzio e la tranquillità quando deve fare i sui bisogni, quindi NO a luoghi affollati o di continuo passaggio, meglio un luogo della casa appartato, di facile reperibilità per il gatto, ma che gli lasci la giusta privacy.

A questo punto bisogna scegliere la sabbia giusta, ne esistono diverse in commercio: agglomeranti, profumate, fini o più grezze; il consiglio è quello di trovarne una che sia di vostro gradimento e di facile reperibilità, in modo tale che una volta che il gatto si è abituato a quella, non la dovrete più cambiare. A questo punto non resta che accompagnare le prime volte il gattino vicino la lettiera e fargli prendere confidenza con la sabbia e la lettiera, sarà lui tanto a farvi capire cosa non gli piace eventualmente (ad es. la sabbia) ma piano piano istintivamente capirà che quello è il luogo dove deve fare i propri bisogni.

Attenzione alle abitudini

Come dicevamo, i gatti sono estremamente abitudinari, e tolta la prima fase da cuccioli dove li accompagnerete alla lettiera per fargli capire che quello è il luogo dove fare i bisogni, una volta appreso e cresciuti, dovete fare attenzione a non cambiare repentinamente il luogo della lettiera o ad esempio la sabbia, proprio perché i gatti non amano molto i cambiamenti e potrebbero non esserne contenti.

Presso Paradiso Animale, potrete trovare tantissime lettiere e diverse tipologie di sabbia adatte al vostro gatto, ma anche accessori utili come palette per raccogliere e tappetini da collocare sotto. Saremo felici di seguirvi ed aiutarvi nella scelta e di darvi consigli per il benessere del vostro gatto. Potete trovarci in Via Luca Valerio, 44 a Roma dal lunedì al sabato, o contattarci ai numeri 06 55302527 / 3519294589 per richiedere qualunque tipo di informazione.